31 Maggio

GIORNATA MONDIALE SENZA TABACCO – 31 Maggio

 

La LILT di Ragusa & la LOTTA  al TABAGISMO

 

La Lilt di Ragusa  sin dal 1950 è presente nel territorio ,condividendo gli scopi della LILT nazionale ( Ente pubblico del Ministero della Salute) è  impegnata per la Prevenzione Primaria e Secondaria dei tumori ( campagne di sensibilizzazione , formazione ,ambulatori oncologici di prevenzione dei tumori , Corso per smettere di fumare – Progetti di  prevenzione per lavoratori- seminari su Alimentazione e tumori-, riabilitazione ecc.. )

 

Fumo di Tabacco : CAUSA EVITABILE 

 

Secondo l’OMS il fumo di tabacco è una delle principali cause evitabili di malattia e di morte nel mondo; esso rappresenta  la più importante causa di cancro nell’uomo pari  al 30% di tutti i tumori e determina 13 differenti tipi di cancro : polmone , cavità orale, prime vie aeree fino alla leucemia mieloide. Per il cancro al  polmone ad esso è attribuito la frazione più elevata di rischio. Esso dipende dalla durata dell’abitudine al fumo, è proporzionale al numero d sigarette. ed è similare in entrambi i sessi.

(*) Riguardo l’aspetto della dipendenza fisica del fumo di tabacco   , essa è dovuta essenzialmente alla nicotina , che è stata riconosciuta dall’OMS (ICD 10-International Classification of Diseases) e dall’Ass. Psichiatri Americani (DSM IV – Diagnostic and Statistic Manual of Mental Disorders), inserendo l’astinenza da tabacco, nel capitolo dei disturbi organici, e la dipendenza, nei disturbi da sostanze stupefacenti .

 

I GIOVANI e  il FUMO di sigaretta

 

Dall’indagine DOXA Il Fumo in Italia –Maggio 2008 -ISS:

a) il Sud/ Isole presenta un numero di fumatori di sigarette pari al 25,2% che risulta superiore della media nazionale (22.0%);

b) nella fascia d’età fra 15-24 anni, i fumatori rappresentano in media il 24,0% ( maschi= 30,3% , F = 17,5%);

c) dal 1957 al al 2008 le fumatrici passano dal 6,2% al 17,9% ed il loro consumo medio giornaliero di sigarette passa da 7,0 a 13.0.

d)  l’età  media di inizio al fumo di sigarette si attesta a 17,4 anni (M= 17,2 , F=17,8) e l’età più a rischio è fra i 15-17 anni .

I suddetti dati  mostrano la necessità di un intervento  sistematico nella popolazione giovanile della Sicilia , specialmente  nella Scuola, come emerge dal dato della medesima indagine DOXA , secondo cui il 41% del campione (1 posto) pensa che l’educazione nelle scuole sia importante per combattere il tabagismo  e convincere i giovani a non fumare; inoltre fra chi ha smesso di fumare il 40%( 1 posto)  ribadisce che ciò sia avvenuto per una maggiore consapevolezza dei danni provocati dal fumo di tabacco  con un trend positivo :               

                                                                                                          2006( 28,2%),

                                                                  2007 (30,7%)

                                                                  2008 (40,0%)

 

Tabacco & Alcool

 

Ben si colloca la prevenzione primaria relativa al consumo di  alcool , visto  l’effetto moltiplicativo del rischio di cancro per le prime vie aree da parte del consumo di tabacco& alcool insieme . L’alcool  è una delle cause del cancro dell’uomo con forti ed evidenti nessi ed è associato al cancro del cavo orale, prime vie aereo-digestive, fegato, colon-retto e nelle donne al cancro al

seno. La mortalità alcool-correlata rappresenta il 3,2% di tutte le cause di morte , per cui  la prevenzione deve  essere effettuata anche in ambiti  attinenti la dipendenza e gli stili di vita.

 

In definitiva :

·         per quanto riguarda la prevenzione dei tumori,  oltre a quanto sopra  evidenziato , i  dati scientifici  mostrano che la cessazione del fumo di tabacco apporta benefici sulla riduzione del cancro al polmone e degli altri tumori correlati all’uso di fumo di tabacco,  mentre la riduzione del consumo di alcool fa registrare  una minore incidenza dei tumori alcool- correlati .

relativamente alla Dipendenza , si evidenzia  la necessità di spostare gli interventi di prevenzione in età sempre più precoci, interessando anche le scuole di I°grado e pianificare una strategia d’intervento comune sia al  tabagismo che all’alcolismo.

 

 

Come si muove la LILT di Ragusa per la Prevenzione? 

Per i tumori si interviene nell’ambito della prevenzione primaria , quindi nella divulgazione e comunicazione sull’importanza di acquisire  stili di vita , che riducano a zero la dose di rischio per il fumo di tabacco e riconducano a quantità minime il consumo di Alcool; invece riguardo l’aspetto delle dipendenze si interviene sia come prevenzione  primaria che secondaria , prospettando per quest’ultima ambiti di intervento per la dissuefazione al fumo di tabacco ( CORSI per SMETTERE di FUMARE )

Per maggiori informazioni contattaci:                            http://www.legatumori.rg.it/contattaci/

Comments are closed.