Guerra al fumo

principale Comments Off

 

ESPERTI: AUMENTARE IL COSTO DELLE SIGARETTE

Aumentare il prezzo delle sigarette, avvicinandoci ad altri Paesi europei dove un pacchetto arriva a costare anche 10 euro, e “tagliare il legame tra multinazionali del fumo e politica”. All’indomani del via libera del Consiglio dei Ministri al decreto di recepimento della direttiva Ue sul tabacco, che introduce vari divieti, oncologi e associazioni di consumatori chiedono misure ulteriori: il nuovo stop al fumo in auto in presenza di minori e donne in gravidanza, ad esempio, concordano, è “fondamentale, ma non basta”. Una svolta si otterrebbe, afferma il direttore della Chirurgia Toracica all’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano Ugo Pastorino, aumentando il prezzo dei pacchetti: “Sarebbe una misura decisiva, perchè ridurrebbe il consumo di tabacco, senza ridurre le entrate per lo Stato. Proprio le fasce di popolazione che maggiormente fanno uso di sigarette infatti, sarebbero le più sensibili ad un aumento dei prezzi, a partire dai giovani e categorie meno abbienti”. A chiedere di più è pure il Codacons: “I nuovi divieti non bastano a risolvere il problema degli 80mila morti l’anno in Italia a causa del tabacco. Il primo passo è tagliare il legame tra multinazionali del fumo e politica”.

da LA SICILIA del 14.10.2015

Stop fumo in automobile con minori e donne incinte

principale Comments Off

 

LE NUOVE NORME

Dalle immagini shock sui pacchetti di sigarette al divieto di fumo in auto in presenza di minori e donne incinte. Sono alcuni tra i principali divieti decisi e novità introdotte con il decreto di recepimento della direttiva Ue, che ha ottenuto ieri il via libera del Consiglio dei Ministri. Queste le misure approvate:  IMMAGINI SHOCK: sigarette, tabacco da arrotolare e tabacco per pipa ad acqua recheranno le nuove “avvertenze combinate” relative alla salute composte da testo, fotografie ed immagini forti e informazioni per dissuadere i consumatori. Le avvertenze occuperanno il 65% (e non più solo il 30-40%) del fronte e del retro delle confezioni. Ci sarà anche il messaggio “Il fumo del tabacco contiene oltre 70 sostanze cancerogene”. ADDITIVI: vietato l’uso di additivi che rendono più “attrattivo” il prodotto del tabacco, che promettano cioè “benefici per la salute ed effetti energizzanti”. Stop inoltre all’immissione sul mercato di sigarette e tabacco da arrotolare contenenti aromi – come mentolo, vaniglia, erbe, spezie – che possano modificare odore, gusto, intendità di fumo. Sono aboliti i pacchetti da 10 sigarette e le confezioni di tabacco da arrotolare contenenti meno di 30 grammi di tabacco. Si tratta delle tipologie più richieste dai giovanissimi. PUBBLICITA’: sulle confezioni sono vietati tutti gli elementi promozionali. TRACCIABILITA’: viene introdotto un sistema europeo di localizzazione e tracciabilità delle confezioni dei prodotti del tabacco, al fine di combattere il traffico illecito. ON LINE: vietata la vendita on line trasfrontaliera di prodotti del tabacco e sigarette elettroniche. SIGARETTE ELETTRONICHE: sono inseriti più requisiti di sicurezza e qualità. Il decreto prevede ad esempio che siano introdotti una chiusura a prova di bambino e manomissione ed un sistema di protezione dagli spargimenti di liquido di nicotina. E’ prevista inoltre la notifica al Ministero della Salute per i prodotti da immettere sul mercato con l’obbligo di un foglietto di istruzioni con controindicazioni e informazioni sugli effetti nocivi. STOP FUMO IN AUTO CON MINORI E DONNE INCINTE: altri divieti, non prevsiti dalla direttiva, saranno quelli di vendita ai minori di sigarette elettroniche con presenza di nicotina, divieto di fumo in autoveicoli in presenza di minori e donne in gravidanza, divieto di fumo nelle pertinenze esterne degli ospedali, inasprimento delle sanzioni per la vendita ai minori fino alla revoca della licenza. I NUMERI: solo in Italia il fumo provoca 83mila vittime l’anno mentre nel mondo si stima uccida 6 milioni di persone. tanto che l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha definito il fumo come “la più grande minaccia per la salute nella regione europea”. In Italia i fumatori sono 10 milioni e ben il 23,4% degli studenti dei primi anni delle superiori afferma di fumare. Di questi il 63,9% non ha ricevuto un rifiuto dall’esercente nonostante il divieto di vendita ai minori. L’80% di chi ha cercato di smettere, secondo dati Istat, ha fallito.

Manuela Correra da LA SICILIA del 13.10.2015

Un concerto per combattere il tumore al seno

principale Comments Off

 

Risultati immagini per campagna nastro rosa 2015

Tra gli importanti appuntamenti istituzionali nel mese di Ottobre in tutta Italia, ricorre  la Campagna Nastro Rosa LILT, dedicata alla prevenzione del tumore al seno. Ogni anno la LILT Ragusa, attraverso  i suoi ambulatori di Prevenzione offre visite senologiche gratuite al fine di sensibilizzare un numero sempre crescente di donne ad avere cura della propria salute, con l’obiettivo di vincere quello che ancora oggi rappresenta uno dei maggiori pericoli, il tumore al seno. La sezione LILT di Ragusa quest’anno, per celebrare il 23° della Campagna Nastro Rosa,  ha organizzato per giorno 17 Ottobre alle ore 17,30 presso l’Auditorium della Scuola Sport di via Magna Grecia a Ragusa, un concerto di colonne sonore di film, eseguite  dall’orchestra  Chroma  Ensamble, formata da valenti musicisti, diretti dal Maestro Giovanni Cultrera. Verrà, inoltre,  dato spazio ai ragazzi delle associazioni  Anffas e Piccolo Principe con la proiezione di un breve video esplicativo sui principi di un sano stile di vita. Nel corso della manifestazione si procederà al sorteggio dei biglietti della lotteria,   organizzata con il patrocinio di Agenzia Assicurazioni Generali di Via Matteotti -   Ragusa, Dechatlon, Le Cose di Grazia, Siculamente e Multi Sport, i cui proventi verranno destinati per le attività della Sezione LILT di Ragusa. Il Rotary Club di Ragusa, sostiene questa iniziativa così come la società sportiva di pallacanestro Passalacqua, che sarà presente con una delegazione di atlete, che procederanno alla consegna dei premi della lotteria.

Paolo Schininà Addetto Rapporti con la Stampa Sezione LILT Ragusa

Lilt, su tumori seno verso mortalità zero

principale Comments Off

 

DA CASCINA TRIULZA – EXPO 2015 – GIORNATA DEDICATA A CAMPAGNA NASTRO ROSA

Francesco Schittulli

“Oggi riusciamo a guarire l’ 85% di tutti i tipi di cancro al seno, ma potremmo arrivare al 98%”: lo ha detto a Expo il presidente nazionale di Lilt, Francesco Schittulli, in occasione della giornata nazionale promossa dalla Lega Italiana Lotta Tumori. “Se utilizzassimo tutta la tecnologia avanzata, in particolare nel campo dell’imaging, e se tutte le donne dopo i 40 anni effettuassero ogni anno visita senologica, ecografia, mammografia e risonanza magnetica laddove occorra, potremmo arrivare al 98% di guarigioni. Diagnosticare un tumore quando è ancora piccolissimo ci consente di vincere la battaglia, e noi puntiamo ad arrivare al 100% di guarigioni”. Apertasi con un incontro a Cascina Triulza, la giornata a Expo prevede una serie di eventi, parate e dibattiti tutti riguardanti il tema della prevenzione. Presenti testimonial d’eccezione, da Anna Falchi a Emanuela Foliero.

da ANSA.IT Salute&Benessere del 02.10.2015

La sezione LILT ragusana presente all’Expo 2015

principale Comments Off

 

La Cascina Triulza a EXPO 2015

Dal 5 all’11 ottobre la sezione provinciale di Ragusa della Lilt  (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori) parteciperà, mettendo a disposizione i propri volontari, all’evento internazionale Expo 2015 a supporto del progetto nazionale Lilt “I gusti della salute”, concepito come intervento alimentare, strumento di promozione di corretti stili di vita. Durante la prima settimana di ottobre la Lilt di Ragusa occuperà un proprio spazio presso la Cascina Triulza – Padiglione della Società Civile – di cui la Lilt nazionale è socio fondatore. A Milano, durante il periodo in cui sarà aperto lo stand all’Expo, verranno distribuiti gratuitamente dai volontari Lilt, campioni dei famosi biscotti di mandorla della Pasticceria Di Pasquale di Ragusa e campioni di olio extra vergine  d’oliva dei F.lli Gafà. L’iniziativa è stata presentata ieri mattina nella saletta della pasticceria Di Pasquale, a Ragusa, alla presenza della presidente della Lilt di Ragusa, Maria Teresa Fattori, di Lorenzo Gafà e del titolare della pasticceria Di Pasquale.

Michele Farinaccio da LA SICILIA Cronaca di Ragusa del 01.10.2015

Next Entries »