Palermo, cancro osseo operato senza chirurgia

3:54 pm principale

 

OSPEDALE CIVICO. UTILIZZATA LA RADIOFREQUENZA

Uno strano male alla gamba per una bambina di 10 anni, si scopre che il dolore dipende da un’auto-produzione di tessuto osseo e i medici del Civico, guidati attraverso lo schermo di una Tac, distruggono l’osso anomalo che rendeva la piccola paziente palermitana quasi claudicante: tutto avvenuto senza ferite e con una termoablazione a radiofrequenza. Un tumore benigno al femore che è stato trattato con una tecnica mininvasiva non chirurgica dall’equipe delle unità operative di Radiologia interventistica e Ortopedia pediatrica. La piccola paziente soffriva da anni di un dolore alla gamba sempre più forte, resistente ad ogni cura e aggravato nell’ultimo periodo. La diagnosi si orientava su una patologia rara, l’osteoma osteoide, un tumore benigno che produce tessuto osseo. Gli stessi medici dell’Azienda Ospedaliera Civico scartavano l’operazione chirurgica che avrebbe comportato complicazioni all’arto nonchè una vistosa cicatrice, e sceglievano la via percutanea. In sala operatoria il responsabile della Radiologia interventistica Alfonso Rabiolo, preceduto da un piccolo foro effettuato da Calogero Vercio (Ortopedia pediatrica). La rimozione sotto la guida di una Tac che ha consentito il preciso posizionamento dell’ago da radiofrequenza nella sede del tumore, della grandezza di 4 millimetri circa ma collocato in una posizione da rendere difficile ogni tipo di movimento. Per la bambina il dolore al femore è scomparso.  Il giorno successivo all’intervento ha ripreso a camminare regolarmente ed è stata dimessa.

da IL GIORNALE di SICILIA del 26.03.2013

 

 

 

Comments are closed.