Far ridere è un’arte: nasce la scuola per clown dottori.

9:39 am principale

 

OBIETTIVO: UMANIZZARE OSPEDALI PEDIATRICI.

Far ridere è un’arte, far ridere i bambini ospedalizzati lo è ancora di più. Ma è un’arte difficile, che non può lasciare spazio all’improvvisazione e richiede, impegno, conoscenze, tecnica. Per questo è nata la Scuola Europea di Alta Formazione per clown dottori, operatori della salute ed insegnanti, che si propone di costituire “un qualificato punto di riferimento per la formazione inerente all’umanizzazione dei contesti sociosanitari“.
Si tratta di corsi tenuti, a partire da domani, dalla Scuola “Norman Cousins”, che ha la sua base ad Orvieto, presso la Comunità Ospitale “La Terra del Sorriso” ma svolge la sua attività in tutta Italia e all’estero. La Scuola – che ha un Comitato Scientifico ed un corpo di formatori seniores con oltre sei anni di esperienza – opera secondo tre percorsi, rivolgendosi a quanti aspirano a divenire Clown Dottori, poi agli operatori socio-sanitari (medici, infermieri, psicologi, terapisti della riabilitazione, assistenti di base) e infine agli insegnanti di ogni ordine e grado. Ogni indirizzo è suddiviso in moduli, moduli integrativi e laboratori.
In particolare, la Scuola per Clown Dottori si articola in 640 ore (per lo più nei fine settimana, con la cadenza di due week-end al mese) ed abilita alla professione di “gelotologo”, ossia comico terapeuta. I primi corsi di questo indirizzo avranno inizio il 14 gennaio e si concluderanno il 16 giugno 2013.

 

da ANSA.IT SALUTE&BENESSERE del 13.01.2012

 

 

Comments are closed.